• Biografia
  • News
  • Recensioni
  • Discografia
  • Galleria
  • Audio-Video
ferdinand sito 2012
Nato a Monaco, ha studiato canto all‘Accademia di Musica di Vienna, perfezionandosi successivamente con Nicolai Gedda, Dietrich Fischer-Dieskau, Michael Pabst e Vincenzo Bello.
Ha fatto parte dell‘ensemble della Volksoper di Vienna, debuttando vari ruoli tra cui Tamino / Zauberflöte, Don Ottavio /Don Giovanni, il ruolo del protagonista ne La Clemenza di Tito di Mozart, Ramiro ne La Cenerentola di Rossini, Marquis de Chauteauneuf/ Zar und Zimmermann di Lortzing, Edwin/Die Csardasfürstin di Kalman, Graf Zedlau /Wiener Blut di Strauss, Alfred /Die Fledermaus, Symon /Der Bettelstudent di Millöcker, Mazal Broucek di Janacek.

A Washington, invitato da Placido Domingo, canta Jaquino in Fidelio di Beethoven, ruolo che canta anche al Teatro alla Scala sotto la direzione di Riccardo Muti e all‘Opera di Roma. Canta Tamino a Zurigo, al Teatro della Monnaie di Bruxelles e all‘Opera di Stoccarda, Almaviva al New National Theater di Tokyo e in una nuova produzione de Il Barbiere di Siviglia di Rossini alla Staatsoper di Vienna.

Partecipa all‘Accademia Rossiniana di Pesaro, dove canta Belfiore/ Il Viaggio a Reims, e  in seguito canta al Rossini Opera Festival Die Schuldigkeit des ersten Gebotes di Mozart con Umberto Benedetti Michelangeli, Otello di Rossini in una produzione di Gian Carlo del Monaco accanto a Juan Diego Florez,  Peleo / Le nozze di Teti e Peleo con Ottavio Dantone, Pilade /Ermione nella produzione di Daniele Abbado diretta da Roberto Abbado, inoltre nelle tournée del Rossini Opera Festival in Giappone Jago/ Otello con Gustav Kuhn e Le Nozze di Teti e Peleo con Alberto Zedda.

Al Teatro Regio di Torino ha cantato Tamino / Flauto magico con Fabio Biondi.

Successivamente debutta il ruolo di Leopold La Juive di Halevy in una nuova produzione di Jossi Wieler all‘Opera di Stoccarda e canta nuovamente il ruolo all‘apertura della stagione dell‘Opera di Vienna accanto a Neil Shicoff. Nella stagione 2008/09 canta Almaviva alla Staatsoper di Vienna, Narraboth Salome di Straus al Teatro Perez Galdos a Las Palmas in una produzione di Pier Luigi Pizzi diretta da Oleg Caetani.

Ferdinand von Bothmer si dedica assiduamente anche al repertorio concertistico. Ha cantato Lobgesang e Elias di Mendelssohn, Christus am Ölberge, Missa solemnis e Nona Sinfonia di Beethoven, a Monaco, Francoforte, Berlino e con la Tokyo Symphony Orchestra a Tokyo. L’Ouverture Manfred di Schumann sotto la direzione di Ivor Bolton e con la partecipazione di Dietrich Fischer-Dieskau al Salzburger Festspiele, e ancora con Ivor Bolton Giasone /Medea in Corinto di Mayr. Inoltre Messiah di Händel alla Bachakademie Stuttgart sotto la guida di Helmuth Rilling, Mozart und Salieri di Rimsky-Korsakov al Beethovenfest di Bonn, Leander in Die Feuersbrunst di Haydn a Potsdam con Andreas Spering, con il quale ha cantato anche Cantate di Bach e Matthäuspassion (Arie del tenore). Ha cantato Die Schöpfung di Haydn all‘Opera di Anversa, Jupiter nella Semele di Händel a Monaco. Morte di San Giuseppe (San Giuseppe) di Pergolesi al Festival Pergolesi Spontini di Jesi, a Cracovia e Cuenca con Fabio Biondi, con il quale ha cantato anche Norma a Valencia e Pamplona e canterà Faro in Philemon und Baucis di Haydn a Montecarlo al Festival Printemps des Arts.

Nel 2012 ha debuttato il ruolo titolo in Lohengrin con Gustav  Kuhn, con il quale ha debuttato in seguito anche Zamoro in Alzira, anche inciso per Universal.

Tra i prossimi impegni varie tournées di concerti quali Elias di Mendelssohn e Passione Secondo Matteo di Bach al Maggio Musicale Fiorentino con Fabio Biondi, il debutto del ruolo di Manrico in Trovatore e quello di Alfredo in Traviata con Gustav Kuhn e l’Orchestra Haydn al Festival di Erl, canterà Jupiter nella Semele di Händel a Monaco e Don Ottavio / Don Giovanni di nuovo con Gustav Kuhn.