• Biografia
  • News
  • Recensioni
  • Discografia
  • Galleria
  • Audio-Video
francescasartorato-foto1
Inizia all’età di 11 anni lo studio del pianoforte al conservatorio di Adria. Conseguita la maturità scientifica, frequenta il corso di Canto del conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara sotto la guida di Garbis Bojadjan. Prosegue gli studi con Cristina Guarino, Danilo Rigosa, Antonio Feltracco, William Matteuzzi e Donata D’Annunzio Lombardi.
Nel 2003 segue la Masterclass sulla respirazione e sulla voce di Serge Wilfart e i corsi di perfezionamento di Alain Bjard e nel 2009 frequenta il CUBEC, l’Accademia di Alto perfezionamento per cantanti lirici, seguendo le lezioni di Mirella Freni a Vignola. Dal 2012 studia con Fernando Opa Cordeiro.
Durante gli studi collabora con numerosi ensemble barocchi e moderni come il
Nuevo Tango Ensemble, con cui si esibisce interpretando brani di Astor Piazzolla, e l’ensemble di musica barocca seguita da Marina Scaioli, interpretando Dulcinea nel Don Chisciotte di G.B. Martini. E’ Vespetta nel Pimpinone di Albinoni, al Teatro Comunale di Ferrara e nella rassegna Musicalago sul Lago di Garda.
É protagonista, nel 2006 a Palazzolo Acreide (Siracusa) e al Teatro Rossini di Pesaro, dell’ Oedipus Rex di Igor Stravinsky e l’anno successivo canta nell’opera di Carl Orff Prometheus.
Collabora nel 2006 con il Prof. Zanin, docente della classe di violoncello del
conservatoio di Venezia, interpretando le canzoni di Villa Lobos Bachianas Brasileiras e nel 2007, con il Prof. Luciano Ravagnani e il suo ensemble di flauti, si esibisce in diverse manifestazioni nel ferrarese dove interpreta rivisitazioni della Carmen di Bizet. Nello stesso anno, Con il Prof. di Sax Marco Gerboni, propone musiche di Gershwin nel festival “Mixer” organizzato da Stefano Cardi.
Nel Dicembre 2008 si esibisce nel Concerto di Natale al Teatro Sociale di Rovigo in qualità di “cantante emergente” dall’Accademia Veneta dello Spettacolo.
Fra il 2008 e il 2012 numerosi sono i concerti nei teatri dell’Emilia, fra cui il Teatro
Cavallerizza, il Teatro Ariosto di Reggio Emilia e il Teatro Pavarotti di Modena.
Fra il 2012 e il 2013 cura inoltre l’interesse per il repertorio barocco, esibendosi nello Stabat Mater di Vivaldi, Haydn e Pergolesi.
Nel 2012 inizia la collaborazione con l’Accademia dei Musici di Parma; debutta a
Salsomaggiore Terme Cherubino ne Le Nozze di Figaro e partecipa al concerto con il Maestro Renato Bruson sulle rive del Lago d’Iseo.
Partecipa inoltre al progetto Ensemble Opera Studio, del Teatro Carlo Felice di Genova, dove viene presentata come giovane promessa nel Gala d’opera d’apertura, cantando con Rolando Panerai e dove debutta il ruolo della Terza Sama in Zauberflöte, e i ruoli della zia di Dorothy, la Strega del Nord e la Strega dell’Est nell’opera contemporanea Oz on the road.
Nel 2013 è stata nuovamente impegnata in Oz on the road e al Festival San Leo (Rimini) nel Requiem di Mozart.
Debutta il ruolo di Zanetto nell’opera omonima di Mascagni con l’Orchestra del Teatro La Fenice.
Nel Settembre 2013 canta per il Teatro Grande di Brescia prendendo parte alla rassegna “Festa dell’Opera”.
Nell’Aprile 2014 canta lo Stabat Mater di Rossini sotto la direzione di Marco Paladin con l’Orchestra della Fenice.
Debutta la Misa Criola di Ramirez sotto la direzione del Maestro Stefano Cucci a Roma, Monaco e Reggio Emilia e a Firenze nel Maggio 2015 nella Basilica di Santa Croce.
Canta a Danzika con il Koncerty Polcky Chor Kameralny il Requiem di Mozart in onore ai caduti della Prima Guerra Mondiale e a Ferrara in onore del Maestro Claudio Abbado.
Intensa attività concertistica che l’ha vista protagonista durante il 2014 con importanti interpreti quali Renato Bruson, Gianluca Terranova e Andrea Mastroni.
Nel 2015 vince l’audizione per l’Accademia Rodolfo Celletti di Martina Franca dove debutta Ottone nell’Incoronazione di Poppea di Monteverdi al Festival della Valle d’Itria diretta da Antonio Greco, partecipando inoltre alla rassegna liederistica di Mahler e ai vari concerti sacri.
Debutta ad aprile del 2015 a Verona Zerlina nel Don Giovanni di Mozart con la direzione di Nicoletta Conti.
Nel 2016 canta al Piccolo Teatro Studio di Milano il ruolo di Dardano in Amadigi di Handel.
Vince l’audizione per rappresentare la Fondazione “Luciano Pavarotti” di Modena.
Ha cantato al Teatro Comunale di Ferrar Magnificat e Beatus Vir di Vivaldi.
E’ protagonista nel dicembre 2016 al Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena nell’opera
contemporanea di Marco Betta Notte per me luminosa, con ripresa di recente anche al Teatro Municipale di Piacenza.
Dal 2009 tiene corsi di propedeutica musicale presso diverse scuole dell’infanzia in
Veneto ed Emilia Romagna.